PSYCH-K® utilizza principalmente due strumenti semplici ma potenti:

  1. Il test muscolare. Grazie a PSYCH-K® possiamo comunicare consciamente con il nostro Subconscio e il Superconscio. Il test muscolare può essere usato per determinare quali pensieri inducono stress a livello fisico, come per trovare quali credenze sono o non sono supportate dalla nostra mente subconscia.  In parole povere riusciamo a verificare se la parte nascosta di noi sta supportando ciò che vogliamo coscientemente.
  2. Integrazione emisferica. Con PSYCH-K® i due emisferi cerebrali, destro e sinistro – ognuno dei quali presiede a differenti funzioni – lavorano insieme e diventano i nostri più fedeli alleati nell’ evoluzione positiva della nostra esistenza. E’ importante non identificare la mente con il cervello. Quest’ultimo è un organo che decodifica il segnale della mente, ma non è la mente.

Cosa avviene in una seduta di PSYCH-K®

Dopo un breve colloquio tra il cliente e il facilitatore, necessario ad entrare in sintonia, si lavora sulla costruzione di una credenza, che vada a sostituirne una sabotante presente all’interno della nostra mente subconscia. Grazie a semplici metodologie chiamate Bilanciamenti (che utilizzano l’ integrazione emisferica, dinamiche mente-corpo e comunicazione conscio-subconscio) con delicatezza potremo cambiare le nostre credenze.
Il processo è talmente semplice e pulito che è più semplice a farsi che a dirsi. Credere per provare

In questo video creato dal collega Cristiano Faenza, viene spiegata in maniera accurata la metodologia di PSYCH-K®…mettetevi comodi.

Social Share Toolbar